Monthly Archives: gennaio 2016

TORTELLI DI TOPINAMBUR E BROCCOLO IN SALSA DI PANE

La mia versione in cucina di questo tubero è come ripieno dei tortelli, in sostituzione della ricotta. Per cui, è un piatto che va bene sia per chi segue un regime alimentare corretto, sia per chi è intollerante al lattosio e sia per chi segue un’alimentazione senza proteine animali.

received_812507212193344

Cos’é il topinambur?

received_812507102193355Il topinambur (Helianthus tuberosus), detto anche tartufo di canna, carciofo di Gerusalemme o patata del Canada. Somiglia ad una piccola patata bernoccoluta sebbene il suo sapore sia certamente più particolare e complesso: di tartufo e di fungo porcino appena scottato; ben cotto invece ricorda i carciofi e i cardi.
Il topinambur è costituito principalmente da acqua (80%), glucidi (15% – 20%), protidi (2%), vitamina A e vitamine del gruppo B; sali minerali (ferro, potassio, magnesio, fosforo, ferro). Dal punto di vista nutrizionale, oltre ad essere molto meno calorico della patata è ricco di inulina, una preziosa fibra solubile utile per la salute dell’intestino e dell’organismo in genere. E grazie all’ altissimo contenuto di inulina è particolarmente adatto ai diabetici.
In cucina il topinambur, può essere consumato sia crudo, sottilmente affettato in insalata, sia cotto, cucinato nei modi tradizionali dei carciofi. Oppure, in una particolare versione “confit”: tagliati a pezzettoni regolari, conditi con olio evo, sale e pepe, infornati per un’ora e mezza a 120-140°.C

Malvina Bonadio

Laureata in Scienze e Tecnolgie Alimentari

Consulente NATURHOUSE

Dal Gluten Free al Gluten Friendly

LEGGI QUI