Il valore dei frutti di bosco

Berry fruits on a white backgroundQuando parliamo di frutti di bosco pensiamo a fragoline, mirtilli, ribes e lamponi ma anche more. Sono frutti che nascono spontaneamente ai margini dei boschi di montagna e di collina oppure nel sottobosco. Ma anche noi possiamo farli crescere nel nostro orto, anche in vaso o in giardino, con gli accorgimenti del caso perché non sempre la loro coltivazione è semplice. Sono ottimi alleati della salute e del gusto essendo dolci e facilmente utilizzabili in cucina. Dalla colazione al dessert, dallo yogurt alla marmellata: i frutti di bosco possono essere mangiati in ogni modo, si accompagnano bene anche con la cioccolata e persino con secondi di carne e arrosti, a cui conferiscono un retrogusto dolce. Ricchi di vitamine e di antiossidanti, svolgono delle azioni specifiche che li caratterizzano come alleati per la nostra salute. Il mirtillo sia rosso sia nero è una bacca, molto elogiata per la sua proprietà: è una vera e propria farmacia naturale per la presenza di vitamina C e A e soprattutto per gli antociani che hanno un’azione antiossidante, sono anti-invecchiamento perché combattono i radicali liberi e fanno bene alla circolazione sanguigna, soprattutto a livello di capillari, svolgendo un’azione antinfiammatoria. Inoltre, gli antociani del mirtillo sono importanti anche per il trattamento della fragilità e della permeabilità capillare dell’occhio. I lamponi contengono livelli alti di fibre e di polifenoli: tale combinazione funziona alla grande per proteggere la salute del nostro corpo. Hanno un’azione anticancro e antinfiammatoria e apportano al nostro organismo vitamina C e manganese. Come tutti i frutti di bosco, le more contengono antiossidanti e hanno proprietà depurative. Aiutano a prevenire i disturbi cardiovascolari grazie al fatto che mantengono pulite le arterie. Sono efficaci anche contro i tumori e molto indicate in gravidanza perché contengono acido folico, indispensabile per la crescita del feto. Le fragole, invece, sono un’ottima fonte di potassio, di fibre, di vitamine B, C, K, di omega 3 e di magnesio. Mangiare le fragole ci aiuterebbe a sentirci più belle: essendo fatte per il 90% da acqua, aiutano a drenare i liquidi e ciò ha l’effetto di rendere la nostra pelle più luminosa. Il ribes è un arbusto con frutti rossi o neri, e si può coltivare in giardino e fruttifica tra agosto e settembre ed ha proprietà antinfiammatorie e diuretiche.

Malvina Bonadio

Laureata in Scienze e Tecnolgie Alimentari

Consulente NATURHOUSE