Tag Archives: peperone

Non tutti i peperoni possono diventare cruschi

IMG-20150918-WA0002Ipeperoni cruschi sono uno dei prodotti tipici più rappresentativi della Basilicata. Questo ortaggio è stato importato in Basilicata intorno al XVI secolo e la denominazione “Peperone di Senise” è riservata a tre tipi morfologici di piccole dimensioni, “Appuntito” (tipo prevalente), “Tronco” e “Uncino” coltivati e prodotti nelle aree limitrofe al comune di Senise che si affacciano sulle valle del Sinni e sull’Agri (Francavilla S.S., Chiaromonte, Valsinni, Colobraro, Tursi, Noepoli, San Giorgio Lucano, Sant’Arcangelo, Roccanova, Tursi, Montalbano Jonico e Craco).

Le caratteristiche particolari sono, oltre alla forma delle bacche, un basso contenuto di acqua e la polpa molto sottile, tanto da permettere una facile essicazione. Inoltre, è da tenere in considerazione anche il contenuto di vitamina C pari al 30% in più rispetto alle altre varietà.

Questo prodotto ha ottenuto nel 1996 l’I:G.P. (Indicazione Geografica Protetta) e nell’area del Senisese si è costituito un “Consorzio di tutela dei peperoni di Senise” per la salvaguardia e la valorizzazione degli ecotipi locali. Infatti, la tipicità di questo prodotto è dovuta alle condizioni pedo-climatiche del territorio di Senise ed alla tecnica colturale tradizionale.

“Ciambotta”

P1000842

La “Ciambotta”: una dose di energia.

P1000842Il piatto che forse più di ogni altro ricorda l’estate, il sole, il caldo è la ”ciambotta“. Tipico della nostra Terra, a base di verdure di stagione (peperoni, melanzane, patate, cipolla e pomodori) ma può presentare anche altri ingredienti (salsiccia o uova) e rigorosamente fritta con l’olio extravergine di oliva (anche se oggi si tende a farla stufata, più leggera).Il mio ricordo da piccola è con l’aggiunta dell’uovo, la mia nonna me la faceva mangiare sempre a pranzo come piatto unico e nell’olio in cui aveva fritto tutte le verdure ci friggeva l’uovo..… che bontà!!(naturalmente a quell’età era più che smaltita per l’attività fisica che si faceva all’aria aperta e fino a tarda sera!!!).Basta con i ricordi e parliamo piuttosto delle caratteristiche nutrizionali di questi due ortaggi: melanzana e peperone. La melanzana ha poche calorie e un basso contenuto di grassi, di proteine e di zuccheri; inoltre, ha un elevata quantità di potassio ma modeste di calcio e fosforo. Come tutti i vegetali, contiene una buona quantità di fibra alimentare, ideale per combattere la stipsi. Accanto alle proprietà nutritive, la melanzana ha proprietà depurative e dolcemente lassative,

Il peperone: dall’America è arrivato piccante e la Basilicata l’ha reso “crusco”!

Compare sulle tavole europee nel XVI secolo dall’America del Sud; con un gusto deciso conquista la tavola della cucina popolare più che quella degli aristocratici, poiché il suo gusto primordiale piccante e pungente era poco consono al palato dei nobili: parliamo del PEPERONE. Col tempo il lavoro di selezione degli agricoltori ci ha permesso di apprezzare molto di più la sua variante dolce e oggi sono numerose le varietà in circolazione e la sua coltivazione è largamente