Tag Archives: Vino

Non siamo solo Aglianico: Il Colatamburro

Nuovo OpenDocument - Testo (2)-page-001In Basilicata, molti sono i vigneti che producono eccellenti vini, fra questi troviamo: Aglainico, Primativo nero, Asprino bianco ed il Colatamburro. Questo vitigno denominato volgarmente Colatamburro, è uno dei più noti e diffusi della regione per le sue magnifiche attitudini colturali.È un vitigno autoctono di cui esiste un ecotipo bianco ed uno nero, in passato veniva coltivato molto nei comuni di Avigliano, Ruoti, Pietragalla, Rapone ,Baragiano, Castelgrande, Accettura, Bella, Corleto Perticara, Campomaggiore, Genzano, Miglionico, Muro Lucano, Picerno, Oppido, Pescopagano, Potenza, Pomarico, S. Chirico, Tolve e Vaglio oggi invece lo si trova principalmente a Pietragalla e Ruoti, dove è in grado di assicurare un’ottima ed abbondante produzione. Il vitigno è

Nocte Cantina Terra dei Re

Nocte è una bottiglia che segue un particolare percorso fermentativo, deriva dalla vendemmia notturna di uve di Aglianico del Vulture, perché di notte la concentrazione aromatica è maggiore, ma siccome questo non basta, segue prima una macerazione prefermentativa a freddo e solo successivamente si avvia la fase di fermentazione classica. Nel bicchiere dal tono imperioso presenta un colore granato intenso, morbido e ricco di tannini con sentori di spezie e si sposa bene con carni brasate,

Le Drude Azienda vinicola Vinilaluce

Sulla strada che da Barile conduce a Venosa, troviamo l’Azienda Vinilaluce di Michele Laluce, che con personale devozione coltiva ben 7 ettari di vigneto, principalmente Aglianico del Vulture. Michele Laluce, figlio di contadini, oggi ha trasmesso la sua passione anche alla figlia Maddalena, in procinto di laurearsi in Enologia e che sarà il suo aiuto più fidato. Da questa breve storia di una passione, che si tramanda di generazione in generazione, abbiamo un prodotto

Tenuta Le Querce Il Viola 2008

Tenuta Le Querce (http://www.tenutalequerce.it/) e’ tra le piu rinomate aziende vinicole del Vulture. Il Viola, vendemmia 2008, e’ un 100% Aglianico del Vulture dolcemente tannico con profumi di frutti di bosco ed amarene. Accompagna con gioia carni rosse, formaggi, salumi e primi piatti lucani e non. Lo si puo’ acquistare nelle vinerie e negli alimentari piu’ attenti. Ovviamente, si puo’ bere il Viola alla Vineria Tenuta Le Querce in Via del Gallitello 131 a Potenza.

Aglianico del Vulture “Damaschito” 2005

Come sostanzioso e potente e’ un arrosto o una semplice combinazione di provolone podolico e salsiccia, cosi’ dev’essere il vino che il tutto accompagna. E di vini robusti dalle colline del Vulture ne scendono tanti. Uno di questi e’ il “Damaschito”, Aglianico del Vulture imbottigliato nel 2005 da Lucania S.a.s. Il nome ci ricorda la provenienza; uva della zona di Maschito a circa 500 metri d’altezza. Una volta aperto il “Damaschito” libera i profumi dei fiori delle pendici del Vulture. Una volta in bocca sembra che tutti questi fiori diventino un unica potenza. Per poterlo gustare basta andare nei negozi di vini ed in alcuni piccoli, ma ricercati, negozi alimentari.