Tagliatelle fresche con porcini

Celebriamo la stagione autunnale ricca di colori caldi, sgargianti e sapori prelibati con un buon piatto di tagliatelle ai funghi porcini. Un primo tra i più classici autunnali, dal gusto intenso e avvolgente. Le tagliatelle, fatte rigorosamente a mano, hanno la porosità giusta per assorbire tutto il sapore dei porcini, protagonisti popolari e indiscussi della stagione.

I funghi sono considerati una buona fonte di sali minerali, tanto è vero che sono indicati dalla medicina non convenzionale come un alimento prezioso da assumere durante il cambio di stagione per proteggersi dai malanni autunnali. Infatti, la loro comparsa nei boschi tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno, o tra inverno e primavera, conferma che è proprio il passaggio tra le stagioni il periodo ideale per consumarli freschi e per godere di tutti i benefici che essi presentano.

porciniP1020031

 

 

Celeste Bucci incontra Giacomo Pandolfo

14389968_10209327652299916_32307180_n

L’anno scorso ho coltivato circa tremila metri quadri di canapa, ma quest’anno, dato che ho appena di finito costruire la mia casa ecosostenibile in legno, ho deciso di non rifarlo, la canapa è impegnativa, per quello che concerne la sua trasformazione, però in questo percorso ho conosciuto molte persone valide, che si stanno impegnando nel far tornare questa coltura nelle nostre terre. E quindi vi presento l’esperienza di Giacomo Pandolfo, che coltiva canapa in Campania da ormai tre anni.

Trovato l’oro del Mediterraneo in Basilicata

A volte i sogni si possono realizzare nonostante tutto l’importante è crederci e avere voglia con un passato alle spalle che ti fa da scudo ed esperienza. Per questo motivo voglio raccontarvi la storia di due fratelli che ancora s’interfacciano con due generazioni precedenti, ossia i loro genitori e il nonno per portare avanti quello che è stato sacrificio ricco di  soddisfazione. Loro sono per la loro azienda il futuro di una tradizione e  slowthinking è una bella iniziativa per far conoscere prodotti e produttori  genuini nel lavoro e nell’animo come i fratelli Pepe dell’Azienda Fontana dei  Santi.

racconta-il-tuo-produttore

Grazia Salierno

 

Emisfero destro

Oleolito allo Zafferano

14164152_10209185811753991_78463798_oOggi parliamo di una ricetta preziosa, dato che la coltivazione dello zafferano si sta diffondendo in sud Italia, anche in Campania e Basilicata, mi sembra interessante proporre ricette e prodotti alternativi, che permettano sbocchi differenti sul mercato. L’oleolito allo zafferano è una proposta innovativa, che affonda le sue radici nel passato, dato che fin dall’antichità lo zafferano è stata considerata una pianta magica e piena di proprietà. L’oleolito è una infusione di erbe in olio, per estrarre dall’erba le sue proprietà, non si può fare con tutte le erbe dato che per alcune di esse l’olio non è un buon veicolo per estrarne le proprietà.
Per esempio non ha molto senso preparare un oleolito di malva, dato che le sue mucillaggini, sono
soltanto idrosolubili. L’oleolito di zafferano, ha invece un senso sia in cucina che come prodotto di benessere, e noi ci
occupiamo di queste ultime proprietà.

MAIALINO IN ORTO LUCANO

Dal 7° CONCORSO INTERNAZIONALE “Basilicata a Tavola”

Melfi 14-17 Aprile 2016

Ist. Alberghiero “S. Savioli” di RICCIONE (Rn)

Alunno: Nicholas TentiRicetta-Alberghiero-Riccione-001